Il certificato di agibilità ENPALS

RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA’ ENPALS o semplice comunicazione di lavoro per chi fruisce dell’esonero

L'ENPALS (Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo) è l'ente che ha il compito di tutelare ai fini pensionistici i lavoratori dello spettacolo.

L’obbligo del certificato di agibilità ENPALS esiste dal 1947, mentre solo dal 2000 una convenzione tra ENPALS e SIAE dà facoltà a quest’ultima di verificare e controllare sul territorio la regolarità delle prestazioni artistiche.
Chi svolge attività artistica in pubblico, sia per esibizioni a scopo gratuito, amatoriale o dilettantistico che per esibizioni remunerate, ha l’obbligo di essere iscritto all’ ENPALS e avere il certificato di agibilità che deve essere richiesto dal datore di lavoro.
Nel caso di formazioni artistiche non occasionali (cioè i gruppi da due persone e oltre) il datore di lavoro è la formazione stessa che, quindi, ha l’obbligo di regolarizzarsi costituendosi in società, con tutti gli oneri del caso.
Nel caso di musicisti singoli è il datore di lavoro (l’organizzatore, il locale o l’ente) che ha l’obbligo di richiedere il certificato di agibilità, prassi che avviene molto raramente. Solitamente questi organizzatori fanno lavorare solo chi ha già un proprio certificato di agibilità in quanto gestire l’ENPALS è un adempimento complicato e difficile anche per i commercialisti e consulenti in genere.


Iscrivendosi a Doc Servizi il datore di lavoro è sempre la cooperativa stessa, che quindi gestirà tutte le pratiche ENPALS, iscrizione e versamento dei contributi . Per il lavoro svolto dal proprio socio la cooperativa emetterà regolare fattura: successivamente verranno elaborate buste paga e versati i contributi e tutti gli oneri fiscali e previdenziali previsti per legge.


Il datore di lavoro, nel nostro caso Doc Servizi, ha quindi l’obbligo di richiedere all’ENPALS il certificato di agibilità per le giornate di lavoro che i soci devono comunicare in cooperativa. Tale comunicazione da parte dei soci deve essere fatta tempestivamente e comunque almeno 1 giorno lavorativo prima dell’evento, per dare modo agli uffici di richiedere il certificato di agibilità. 


Se il socio non comunica i dati per lo spettacolo sarà sprovvisto di tale certificato e, di conseguenza, gli eventuali servizi svolti sono di fatto estranei a Doc Servizi.

StradivariusLe date possono essere comunicate in cooperativa o in filiale con i seguenti strumenti:
• Direttamente on-line tramite il sito www.docservizi.it;
• Mediante fax;
• Mediante posta elettronica.
Al di fuori dell'orario d'ufficio per le richieste di agibilità dell'ultima ora non sarà possibile emettere il certificato di agibilità ufficiale, ma tramite il nostro sito è possibile inserire gli appuntamenti nei giorni lavorativi dalle ore 17.00 alle 24.00, oppure nei giorni festivi. In questo caso verrà inviata in automatico una comunicazione all’ENPALS con indicate tutte le informazioni necessarie relative alla prestazione. Il socio non avrà alcuna agibilità per tali date ma una copia della comunicazione inviata a mezzo mail a venezia@enpals.it che potrà essere utilizzata in caso di ispezione.

Ricordiamo che:                                                                                  

  • Le richieste di agibilità che pervengono in cooperativa devono indicare obbligatoriamente, oltre alla data della prestazione ed ai nominativi dei lavoratori, anche il luogo di lavoro comprensivo di via, numero civico, codice d’avviamento postale e provincia; 
  • La sanzione amministrativa per la mancanza del certificato di agibilità ammonta ad 125,00 € a persona al giorno;
  • Chi opera con lavoratori dello spettacolo non in regola viene considerato datore di lavoro di questi ultimi, con le conseguenti sanzioni a suo carico;
  • Eventuali annullamenti e/o variazioni devono pervenire per iscritto alla cooperativa prima della data da effettuare; la cooperativa può annullare le agibilità richieste anche entro 5 giorni successivi alla data dell’evento solo se effettivamente lo spettacolo non ha avuto luogo e solo con allegata idonea documentazione da inoltrare all’ENPALS (certificato di malattia e/o infortunio (Mod. Standard del Servizio Sanitario Nazionale, maltempo certificabile all’occorrenza con bollettino meteorologico, causa di forza maggiore).

IMPORTANTE: Qualora il lavoratore si sia recato sul luogo del lavoro, anche se non si esibisce, non sarà possibile annullare la data entro i 5 giorni poiché alla cooperativa rimane l’obbligo del versamento contributivo.

La dichiarazione di spettacolo non avvenuto per mancanza di pubblico non annulla l’agibilità perché il datore di lavoro deve pagare il dipendente se è stato convocato a lavorare. L’annullamento della giornata in agibilità può avvenire entro e non oltre la mezzanotte del giorno stesso, e non successivamente. Per questioni di orario degli uffici della cooperativa l’annullamento va comunque richiesto entro le 17.30.

                                            ESONERO ENPALS
Il comma 188 dell’art.1 della legge finanziaria 2007 stabilisce che non sono più previsti gli obblighi ENPALS per tutte le esibizioni musicali dal vivo per i musicisti che rientrano in una delle seguenti categorie:


• Giovani fino a 18 anni;
• Studenti fino a 25 anni iscritti a scuole riconosciute;
• Soggetti titolari di pensione di età superore a 65 anni;
• Coloro che svolgono un’attività lavorativa per la quale sono già tenuti al versamento dei contributi ai fini della previdenza obbligatoria ad una gestione diversa da quella ENPALS.


Per tutte queste figure l’esenzione vale fino a quando la retribuzione annua lorda percepita per tali esibizioni non supera l’importo di 5.000,00 euro, soglia oltre la quale si applicano tutti gli oneri previsti dall’ENPALS.
I musicisti che ritengono di aver diritto all’esonero devono fornire a Doc Servizi una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (disponibile presso i nostri uffici e scaricabile qui) con l’impegno di comunicare l’eventuale cessazione del diritto. Allegata alla dichiarazione devono fornire alla cooperativa la documentazione comprovante il diritto all’esonero: libretto universitario, busta paga di altro datore di lavoro, certificato di pensione, iscrizione ad altra cassa previdenziale obbligatoria.
Copia della dichiarazione sostitutiva di Atto Notorio dovrà essere portata con sé dal musicista ed esibita su richiesta dell’organizzatore o degli organi di vigilanza.

ATTENZIONE: Dall’attenta lettura della norma è chiaro che essendo possibile l’esonero solo per attività musicali dal vivo, sono automaticamente escluse tutte le altre attività artistiche tipo teatro, danza e arti di strada, dj, tecnici, figure amministrative ecc.
Gli stessi musicisti, qualora non operassero dal vivo (prove, lavori in studio, altro) sono esclusi dall’agevolazione prevista dal comma 188.


INOLTRE: L’esonero vale solo per l’ENPALS, e non fa venir meno gli obblighi relativi agli altri oneri (Irpef, Inail, Inps, Irap, ecc.), che vengono comunque gestiti in Doc Servizi.